Prima tappa

Che dire, dopo aver scavallato una montagna “ammazzasomari” sono giunta alla destinazione di oggi, 7 ore di cammino  22 km.
Un po’ fuori forma, l’isolamento da covid lo sento tutto sul fiato che mi manca.
La parte più dura è stata superare  una impettata scivolosa fatta di breccia.
Caldo e sudore non aiutano.
Ho avuto nausea con la sensazione di  vomitare da un momento all’altro.

Sotto sforzo quindi, posso dire di aver incontrato il DISGUSTO. Mi ha accompagnata per diversi metri fino ad una piccola radura dove mi sono abbandonata a terra, lì ho ritrovato finalmente il mio respiro e lo stomaco si è placato.
Ho ripreso a camminare calibrando meglio le forze, passi più piccoli e lenti.
Ho deciso di abbassare la falda del cappello per non cercare con  lo sguardo la fine della salita.
Sono rimasta concentrata sul movimento delle gambe e delle braccia sostenute dai bastoncini.
Con passi cadenzati sono arrivata finalmente in vetta.

Sto scrivendo con il telefono, ora dormo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...